Fausta Garavini

From Wikipedia, the free encyclopedia
Jump to: navigation, search

Fausta Garavini (born 1938, Bologna, Italy) is an Italian writer and translator.

She studied French and Occitan literature at the University of Florence[1] She later worked as a literature professor at this university and as an essayist in several publications like "Paragone", "Nuovi Argomenti", "Revue d'histoire littéraire de la France" and "Littérature".

Prizes[edit]

Works[edit]

Essay[edit]

  • L'empèri dóu soulèu: La ragione dialettale nella Francia d'oc (Ricciardi, 1967)
  • La letteratura occitanica moderna (Sansoni, 1970)
  • I sette colori del romanzo. Saggio sulla narrativa di Robert Brasillach (Bulzoni, 1973)
  • Il paese delle finzioni. Saggi sulla narrativa francese fra Sei e Settecento (Pacini, 1978)
  • La casa dei giochi: idee e forme nel Seicento francese (Einaudi, 1980)
  • Itinerari a Montaigne (Sansoni, 1983)
  • Parigi e provincia: scene della letteratura francese (Bollati Boringhieri, 1990)
  • Mostri e chimere. Montaigne, il testo e il fantasma (Il Mulino, 1991)
  • Controfigure d'autore: scritture autobiografiche nella letteratura francese (Il Mulino, 1993)
  • "Carrefour Montaigne (ETS/Slatkine, 1994)

Novels[edit]

  • Gli occhi dei pavoni (Vallecchi, 1979)
  • Diletta Costanza (Marsilio, 1996)
  • Uffizio delle tenebre (Marsilio, 1998)
  • In nome dell'imperatore (Cierre, 2008)
  • Diario delle solitudini (Bompiani, 2011)
  • Storie di donne (Bompiani, 2012)

References[edit]

  1. ^ "Fausta Garavini - BOMPIANI". Bompiani.rcslibri.corriere.it. Retrieved 2012-07-09. 
  2. ^ [1][dead link]

External links[edit]