Guglielmo Della Porta

From Wikipedia, the free encyclopedia
Jump to: navigation, search
Guglielmo Della Porta
Born 1515
Porlezza
Died 1577
Rome
Nationality Italian
Movement Renaissance

Guglielmo Della Porta (Porlezza, 1515 - Rome, 1577) was an Italian sculptor.

Biography[edit]

Son of the sculptor Cristoforo and Caterina, began his artistic training under the guidance of his uncle Giovanni Giacomo, who takes him on his construction site of the Cathedral of Milan and assigned him the task of sculpturing and reinterpreting the works of Leonardo da Vinci[1] until about 1530.

Later he moved with his uncle in Genoa where he perfected his design under the guidance of the painter Perin del Vaga in the works for Villa del Principe, Palazzo di Andrea Doria.

References[edit]

  1. ^ In the study of Maria Gibellino Krasceninnicowa we learn that the drawings and writings of Guglielmo are collected in two volumes in gold parchment with the words: "Opera di F. G. Della Porta", author of the collection is Giuseppe Ghezzi, a relative of Della Porta. The drawings show his complex personality, showing us the pictorial side of his art, and in them we feel the breath of classical Roman sculpture. Ghezzi was in possession of the important code of Leonardo: the manuscript the nature, weight and motion of water then said "Codex Hammer" from the name of the financier who bought it. Of this code, owned by Guglielmo at Leonardo's death, the traces were lost and reappeared when the Ghezzi in 1717 decided to sell it to a rich Englishman, Thomas Coke, 1st Earl of Leicester, whose heirs sold it to financier Armand Hammer for more than five million dollars

Bibliography[edit]

  • Giovanni Baglione, Le Vite de' Pittori, Scultori et Architetti dal Pontificato di Gregorio XIII fino a tutto quello d'Urbano VIII, Roma 1642, 70-71, 143, 169, 211, 307.
  • Filippo Titi, Descrizione delle Pitture, Sculture e Architetture esposte in Roma, Marco Pagliarini, Roma 1674, rivista da Giovanni Bottari 1763, 15, 19, 111, 265.
  • S. Varni, Delle opere di Gian Giacomo, di Guglielmo Della Porta e di Nicolò Da Corte Scultori, in Atti della Società Ligure di Storia patria, VII, Genova 1866.
  • Giorgio Vasari, Vite: Vita di Guglielmo Della Porta, di Michelangelo, di Leone Leoni e di Pierin del Vaga, VII, Milano 1880.
  • Giuseppe Merzario, I Maestri Comacini. Storia artistica di mille duecento anni (600-1800), I-II, G. Agnelli, Milano 1893.
  • Ernesto Steinmann, Monumento a Paolo II a S. Pietro, Roma 1912.
  • Angelo Borzelli, Il capolavoro di Guglielmo Della Porta: la tomba di Paolo III in S. Pietro in Vaticano, Napoli 1920.
  • Guglielmo Matthiae, Attività romana di Guglielmo Della Porta, in Capitolium, 7, 1935, 313-326.
  • Ugo Donati, Vagabondaggi. Contributi alla storiografia artistica ticinese, I, Arturo Salvioni & Co. Editori, Bellinzona 1939, 33.
  • Maria Gibellino Krasceninnicowa, Guglielmo Della Porta. Scultore lombardo, Fratelli Palombi Editori, Roma, 1944, 67, 72.
  • Alessandro Giobbi, Testimonianze di Storia di Claino con Osteno, Osteno 1971.
  • Clario Di Fabio, Il "mito delle origini" e il nome di Genova nel Medioevo, in Bollettino Ligustico, XXXI, 1979 (ma 1981), 1/4, 37-44.
  • AA.VV., Dizionario biografico degli italiani, ad vocem, Istituto dell'Enciclopedia italiana, Roma.
  • AA.VV., La scultura a Genova e in Liguria, 1, 1987.
  • Idem, La scultura bronzea a Genova nel Medioevo e il programma decorativo della Cattedrale nel primo Trecento, in Bollettino d’Arte, s. VI, LXXVI, 1989, 55, 1-44.
  • Elena Parma Armani, Precisazioni sull’attività grafica di Guglielmo della Porta nel periodo genovese e nel primo momento romano, in Le vie del marmo. Aspetti della produzione e della diffusione dei manufatti marmorei tra Quattrocento e Cinquecento, atti del colloquio (Pietrasanta) a cura di R.P. Ciardi e S. Russo, Firenze 1994, 45-52.
  • Clario Di Fabio, Davide vincitore, in Amici dei Musei, 1995, 62/63, 34-35; Idem, La Cattedrale di Genova nel Medioevo (secoli VI-XIV), Cinisello Balsamo 1998.
  • Alverio Gualandris, Porlezza. Storia-Arte-Statuti-Artisti-Documenti, Attilio Sampietro Editore, Menaggio 2003, 170-172, 178.
  • Riccardo Navone, Viaggio nei Caruggi, edicole votive, pietre e portali, Fratelli Frilli Editori, Genova 2007, 473.
  • Yasmine Helfer, Guglielmo della Porta: dal Duomo di Genova al Duomo di Milano, in «Prospettiva», 132, 2008, 61-77.