Alberto Caramella

From Wikipedia, the free encyclopedia
Jump to navigation Jump to search

Alberto Caramella (1928–2007) spent all his life in Florence. He was an Italian poet. His first poetical works were published in 1995 after a successful career as a lawyer. In 1997 he founded the "Fondazione il Fiore" in Florence, with the aim to promote Italian and international poetry.

Bibliography[edit]

  • Mille scuse per esistere, Florence: Le Lettere, 1995
  • I viaggi del Nautilus, Florence: Le Lettere, 1997
  • Lunares murales, Florence: Le Lettere, 1999
  • Il soggetto è il mare (il libro dei nodi), Varese: Edizioni Stampa, 2000
  • Interrogazione di poesia, Milan: Crocetti, 2000
  • Cartella di vacanza (sur le Lac Léman), Florence: Edizioni Polistampa, 2000
  • Festa di Vivere i Mostri del Moto, Florence: Edizioni Artichaut, 2001
  • Poesie, a cura di C. Mariotti, Firenze, Polistampa, 2003
  • Pulizia, o del percezionismo, Florence: Passigli Editore, 2004
  • Il Libro Liberato, Florence: Passigli Editore, 2005.

Studies about Caramella's poetry[edit]

  • E. Giachery-N. Paolini Giachery, "Pas de deux": per la poesia di Alberto Caramella, Roma, Vecchiarelli, 2000
  • Il frale nerbo: per Alberto Caramella. Atti della giornata di studi Bologna 5 ottobre 2001, a cura di F. Sberlati, Roma, Bulzoni, 2002 (contributi di F. Sberlati, A. Noferi, E. Giachery, A. Oldcorn, J.-Ch. Vegliante, M. Cucchi, L. Tassoni)
  • G. Occhipinti, La voce della poesia, Panzano, Edizioni Feeria, 2004
  • A. Guastella, Alberto Caramella poeta egizio & lunare in Studi cattolici, Luglio/Agosto 1999, pp. 530–33.
  • Alberto Caramella. La tensione e il sogno, intervista di I. Boni in Galatea, Luglio/Agosto 1998, pp. 54–61
  • Alberto Caramella, intervista di S. Gros-Pietro in Vernice, a. VII n. 19-20, pp. 6–20.
  • C. Mariotti, Sulla scrittura aforistica di Alberto Caramella, in Caffè Michelangiolo, a. X n. 3, Settembre-Dicembre 2005, pp. 81–83.
  • C. Mariotti, Sullo straripante amore di Alberto Caramella, in Feeria, a. XIV n. 29, Giugno 2006, pp. 54–58.

External links[edit]